giovedì 31 maggio 2012

Pericolo tsunami nel Tirreno: geologo lancia l’allarme, il vulcano Marsili si è risvegliato

Pericolo tsunami nel Tirreno: geologo lancia l'allarme, il vulcano Marsili si è risvegliato
La terribile ondata di terremoti che sta colpendo il nostro Paese da ormai una decina di giorni è una tragedia di proporzioni immani: morti, feriti, sfollati, edifici crollati parzialmente o del tutto… rimettersi in piedi e ricominciare è dura, soprattutto perché, mentre si stava cominciando a farlo, è arrivata la seconda ondata, ieri. Pare una beffa amara, dunque, la notizia che si sta diffondendo in queste ore: le catastrofi naturali potrebbero non essere finite con i terremoti.
L’allarme infatti riguarda anche il vulcano Marsili, uno dei vulcani sottomarini che si trovano nel Tirreno: a quanto rilevato la sua attività si è risvegliata, ed ora la preoccupazione è per lo tsunami che potrebbe originarsi da una sua eruzione e conseguenti eventi franosi sui suoi versanti, onda anomala che colpirebbe le coste meridionali che si affacciano sul Tirreno, appunto.
È stato il professor Franco Ortolani, direttore del Dipartimento di Pianificazione e Scienza del Territorio ed ordinario di Geologia presso l’università Federico II di Napoli, a notare questa attività e a lanciare l’allerta. Chiaramente è importante, pur dedicando molta attenzione a ciò che avverrà nel Marsili, evitare facili allarmismi: come ha dichiarato lo stesso Ortolani è fondamentale organizzare, nel più breve tempo possibile, dei ‘sistemi di difesa dei litorali‘. Ortolani dà un’idea di come si realizzano tali sistemi mediante uno studio approfondito pubblicato sul Portale Meteo del Mar Mediterraneo, con il quale collabora da diverso tempo.
continua su http://goo.gl/wfSH2
Posta un commento