sabato 30 giugno 2012

50 libri venduti anche questo mese: grazie a tutte/i!

Grazie lettori miei, grazie davvero carissime Amiche ed Amici.
R

Foto

Inviato da iPad

RadioYogaNetwork dietro le quinte

Hare Krishna

Foto

Inviato da iPad

Ramananda

Risotto esotico al mango


Ingredienti ( per 2 persone) :
100 g di riso bianco da risotto
60 g di riso nero venere
150 g di mango
100 g di carote
1 bicchiere di Rhum
radice di zenzero fresco
2 cucchiaini di cocco in scaglie
latte di soia al naturale qb
1/2 cipolla
1 spicchio d’aglio
sale alle erbe
15 g olio di arachide
10 g di olio evo
acqua o brodo leggero

continua su http://goo.gl/8jt6d

Perchè limitare il consumo di aglio e cipolla

Si può sapere che le cipolle e l'aglio sono membri della famiglia botanica agliacei (Alliums) - insieme con porri, erba cipollina e scalogno.

Secondo l'Ayurveda, la scienza medica classica dell'India, i cibi sono raggruppati in tre categorie: sattvico, tamasici e rajasici - alimenti nelle modalità di bontà, passione e ignoranza. Cipolle e aglio, e le altre piante agliacei sono classificati come rajasico e tamasico, il che significa che aumentare la passione e l'ignoranza.

Quelli che sottoscrivere brahmana puro stile cucina dell'India, me compreso, e Vaishnava - seguaci di Vishnu, Rama e Krishna - come cucinare solo con i cibi della categoria sattvico. Questi alimenti includono frutta fresca, verdure ed erbe, latticini, cereali e legumi, e così via. In particolare, vaisnava non piace cucinare con i cibi o rajasici tamasico perché sono inadatti ad offrire alla divinità.

Alimenti e rajasici tamasica non sono utilizzati anche perché sono dannose per la meditazione e le devozioni. "Aglio e cipolla sono entrambi rajasico e tamasico, ed è proibito yogi perché radicare più saldamente la coscienza nel corpo", dice l'autorità noto il Ayurveda, Dr.Robert E.Svoboda.

Alcuni rami della medicina occidentale, dire che i Alliums hanno benefici per la salute specifici; l'aglio è rispettata, almeno in ambienti medici allopatici, come un antibiotico naturale. Negli ultimi anni, mentre le implicazioni apparenti cardiovascolari di Alliums vegetali è stato studiato in dettaglio, le implicazioni cliniche di cipolla e consumo di aglio da questo punto di vista non sono ancora ben comprese.

Tuttavia, ci sono ancora molte cose negative da dire su aglio e cipolla. Non è così ben noto è il fatto che l'aglio allo stato grezzo può portare nocivi (potenzialmente fatale) i batteri botulismo. Forse è con la consapevolezza di questo che il poeta romano Orazio scrisse di aglio che è "più dannose di quelle cicuta".

Va sottolineato che l'aglio e la cipolla sono evitati dai seguaci spirituali, perché stimolano il sistema nervoso centrale, e può disturbare i voti di celibato.L'aglio è un afrodisiaco naturale. Ayurveda suggerisce che è un tonico per la perdita di potenza sessuale per qualsiasi causa, debolezza sessuale, impotenza da eccessiva indulgenza per il sesso e l'esaurimento nervoso da dissipare abitudini sessuali. Si dice che sia particolarmente utile per gli anziani di alta tensione nervosa e la diminuzione della potenza sessuale.

I taoisti realizzato migliaia di anni fa, che le piante della famiglia agliacei erano dannosi per gli esseri umani nel loro stato di salute. Nei suoi scritti, un saggio Tsang-Tze descritto le Alliums come i "cinque verdure fragranti e profumati piccante" - che hanno ciascuna un effetto negativo su uno dei seguenti cinque organi - fegato, milza, polmoni, reni e cuore. In particolare, le cipolle sono dannose per i polmoni, l'aglio al cuore, porri alla milza, al fegato erba cipollina e cipollotti ai reni.

Tze-Tsang ha detto che queste verdure piccanti contenere cinque diversi tipi di enzimi che provocano "reazioni di respiro ripugnante, extra-fallo odore di sudore e movimenti intestinali, e portare a indulgenze lascivi, migliorare agitazioni, ansie e aggressività", specialmente quando vengono consumati crudi, .

Cose simili sono descritti in Ayurveda. 'Oltre a produrre il respiro offensivo e odore del corpo, questi (agliacei) piante inducono l'aggravarsi, agitazione, ansia e aggressività. Così essi sono dannosi fisicamente, emotivamente, mentalmente ND spiritualmente '.

Torna nel 1980, nella sua ricerca sulla funzione del cervello umano, il dottor Robert [Bob] C. Beck, DSC. scoperto che l'aglio ha un effetto negativo sul cervello. Ha scoperto che l'aglio in realtà è tossico per l'uomo perché i suoi ioni solfone ossidrile penetrare la barriera emato-encefalica e sono tossici per le cellule cerebrali.

Il dottor Beck ha spiegato che nel lontano 1950 era noto che l'aglio ridotto tempo di reazione da due a tre volte se consumato da piloti che prove di volo.Questo perché gli effetti tossici di aglio desincronizzare onde cerebrali. "Il chirurgo di volo sarebbe venuto dietro ogni mese e ricordare a tutti noi:" Non ti azzardare a toccare i aglio 72 ore prima di volare uno dei nostri aerei, perché ci raddoppiare o triplicare il tempo di reazione. Tu sei tre volte più lentamente di quanto sarebbe se ci si [non] ha avuto qualche goccia d'aglio ".

Per la stessa ragione la famiglia dell'aglio di piante è stato ampiamente riconosciuto come dannoso per i cani.

Anche quando l'aglio viene usato come alimento nella cultura cinese è considerato nocivo per lo stomaco, fegato e occhi, e una causa di vertigini e di energia dispersa se consumato in quantità smodate.

Né è l'aglio sempre visto come avente proprietà benefiche del tutto in cucina e nella medicina occidentale. E 'ampiamente accettato tra i professionisti sanitari che, così come uccidere i batteri nocivi, aglio distrugge anche i batteri benefici, che sono essenziali per il corretto funzionamento del sistema digestivo.

Reiki spiegano che l'aglio e le cipolle sono tra le prime sostanze ad essere espulsi dal sistema di una persona - insieme con i farmaci di tabacco, alcol e farmaceutico. Ciò rende evidente che le piante agliacei hanno un effetto negativo sul corpo umano e dovrebbe essere evitato per motivi di salute.

La medicina omeopatica giunge alla stessa conclusione quando si riconosce che la cipolla rossa produce una tosse secca, occhi che lacrimano, starnuti, naso che cola e gli altri familiari a freddo sintomi correlati quando vengono consumati.

Questi sono solo alcuni dei motivi per cui evitare porri, erba cipollina, scalogno, aglio e cipolle.

---

Tradotto con Google Traduttore da
Ci scusiamo per l'italiano non perfetto.

Polpettone di legumi piccante


Ingredienti:

1 scatola di fagioli cannellini già lessati
1 scatola di lenticchie già lessate
1/2 cipolla bianca
1 manciata di farina di mais per doratura
sale
olio evo qb
1 cucchiaino di olio piccante

continua su http://goo.gl/84UEK

venerdì 29 giugno 2012

BHAKTI AND THE CITY


Care Amiche, Cari Amici, 

Il centro culturale Vaikuntha lietamente vi  invita
sabato 30 Giugno ore 17 per la conferenza dal titolo:

BHAKTI AND THE CITY
Come vivere da spiritualisti tra tram, smog e cemento!
relatore: Sriman Trai Prabhu

 Si può vivere la spiritualità anche in città? Si può raggiungere lo stato di beatitudine e pace interiore che i grandi saggi, i mistici e i santi hanno conquistato dopo lunghe ascesi sulle vette dell'Himalaya?
Ebbene si!
Il nostro amato relatore, Sriman Trai Prabhu, maestro e praticante attivo del Bhakti-yoga, ci spiegherà come rendere ciò che sembra impossibile possibile e come estrarre da un oceano di ansietà cittadina il nettare della divina serenità.

Programma della serata:

Ore 17:00 musica di mantra con antiche melodie indiane(raga) che donano al cuore gioia e ispirazione
Ore 18:00 conferenza
Ore 19:30 canto di mantra e meditazione dinamica
Ore 20:00 verrà offerta una squisita cena vegetariana
 
Dopo il canto dei mantra con i raga tipici della tradizione indiana e la conferenza,come di consueto, offriremo a tutti una speciale cena vegetariana! In questo modo l'atmosfera diverrà ancora più carica di energia spirituale ed evolutiva.

Davvero serata UnDerGroUnD!!

L'ingresso è libero e, per migliorare il servizio che il Centro Culturale Vaikuntha offre, l'offerta è gradita.

Vi aspettiamo

Sentitevi libere/i di girare la mail ad amiche ed amici interessate/i, grazie!
Centro Vaikuntha 
via Gaspare Nadi, 6 
40139 Bologna
Urban-flow


Orecchiette alla besciamella


Ingredienti:

70 g di orecchiette di grano saraceno (o la pasta che preferite)
23 cucchiaini di farina di glutine
5 cucchiaini di yogurt cremoso
buccia e succo di 1 limone
germogli di luppolo già cotti al vapore
capperi spezzettati a volontà
pepe
abbondanti pinoli o semi di zucca leggermente tostati
fondi di asparagi

continua su http://goo.gl/1prgp

Ashta Dasa Shakti Pitha Stotram (attribuito a Sri Adi Shankara): Inno dei diciotto Shakti Pitha

Sati era la figlia di Daksha, un potente tra i grandi esseri divini. Segretamente, il suo cuore adorava Shiva. Quandio suo padre convocò lo Swayamvara per scegliere tra i giovani principi e gli Dei un marito per Sati, non invitò Shiva, che conduceva vita da asceta e aveva fama di selvaggio. Sati prese allora la corona di fiori destinata al prescelto e lanciandola in aria gridò a Shiva di prenderla lui. E Shiva improvvisamante comparve nel mezzo del ricevimento coronato della ghirlanda lanciata dalla giovane Sati. Al padre Daksha non restò che acconsentire alle nozze.

Ma un giorno Daksha volle organizzare un sacrificio solenne, cui chiamare tutti gli dei e i potenti, e dove espressamente vietò l’ingresso a Shiva. Per l’umiliazione immensa Sati si diede alle fiamme riuscendo a produrre da sé il fuoco dell’autocombustione e morì sotto gli occhi del padre. Narada recò la terribile notizia a Shiva.

Appreso l’accaduto, Shiva si precipitò sul lugo, ma non più in tempo per salvare Sati. Tagliò la testa di Daksha e poi raccolse il corpo si Sati, portandolo via. Era furioso e pazzo di dolore. Per placare la sua rabbia, Vishnu tagliò in 18 pezzi il corpo di Sati, che caddero in altrettanti diverse località dell’India. Questi luoghi, che divennero santuari di adorazione perenne e di Grazia, sono chiamati Shakti Pitha. Alcune tradizioni tramandano l’esitenza di 108 Pitha, altre di soli 4; questo Stotra, attribuito a Sri Adi Shankaracharya elenca i tradizionali 18 Shakti Pitha e i nomi delle dee che vi si venerano.

continua su http://goo.gl/p5648

Piani di liquidazione per le Big Five

Questa è forse una delle notizie concrete più importanti e che meglio ci permette di capire cosa sta succedendo dietro le quinte del mondo finanziario. Come sappiamo l’avvio di un nuovo sistema finanziario è parte stessa dell’operazione arresti di massa, e importante quindi è avere elementi per capire quanto l’attuale sistema sia vicino alla sua fine.

Il fatto che dei soggetti fino ad ora intoccabili, ossia le Big Five, JP Morgan Chase and Co, Bank of America, Citigroup, Goldman Sachs and Morgan  Stanley, istituzioni considerate “troppo grandi per fallire” debbano ora presentare alle autorità di regolamentazione del settore bancario dei piani di gestione dei possibili fallimenti e debbano farlo entro il 1° Luglio ci dà l’idea di quanto attuale sia questo scenario.

Oltretutto che una notizia del genere circoli ormai su un media di massa come le News di Yahoo rafforza maggiormente l’importanza di questa informazione.

Jervé


Grandi Banche predispongono “testamenti biologici” nel caso falliscano

Con David Henry e Dave Clarke, Reuters – 27 giugno 2012

http://finance.yahoo.com/news/big-banks-craft-living-wills-075041248.html

NEW YORK / WASHINGTON (Reuters) – Cinque delle più grandi banche negli Stati Uniti stanno mettendo ritocchi sui piani per uscire dal business come parte del mandato governativo per la pianificazione di emergenza che potrebbe spingerli a districare le loro operazioni complesse.

I piani, conosciuti come testamento biologico, sono dovuti alle autorità di regolamentazione non oltre il 1 luglio ai sensi delle disposizioni della legge di riforma finanziaria Dodd-Frank destinata a porre fine ai salvataggi da parte del governo delle istituzioni “troppo grandi per fallire”. I testamenti di vita potrebbero essere lunghi più di 4.000 pagine.

Dal momento che la legge permette ai regolatori di spingersi fino al punto di ordinare ad una banca di cedere la società se non è in grado di pianificare una risoluzione ordinata di fallimento, il termine sta spingendo anche le istituzioni sane ad avviare un pluriennale processo per districare le loro operazioni complesse a livello mondiale, secondo consulenti del settore.

continua su http://goo.gl/G3qjG

Cercasi del tempo per me… disperatamente

Spesso, quando penso al mio ruolo di madre, mi sento egoista.
Egoista perché cerco disperatamente degli spazi per me, solo per me; momenti per leggere, per fumarmi una sigaretta, per scrivere.
Cose normali, ma che spesso assumono l’aspetto di eventi eccezionali, che mi fanno sentire in colpa.
Mi sembra, in questi anni, di aver congelato la mia essenza più profonda per dedicarmi alla famiglia, sento di non esistere come persona, come donna, come se dovessi, per eccesso di responsabilità mia, colmare un vuoto, quello di mio marito.
Perché l’aiuto che lui non è capace di darmi, sia in casa che con i bambini, impegna me tutto il giorno, e quando cerco un momento per me succede che mi sento in colpa, perché quel tempo per me, così naturale e necessario, è tempo che tolgo a loro.
Io non so come fanno le altre donne, però vedo donne che vanno in palestra, al cinema con le amiche, o semplicemente in casa vengono aiutate, aiutate a respirare, perché alla fine solo questo cerchiamo. Non credo che le donne vogliano un marito che lavi i piatti o stenda il bucato ( ci farebbe anche piacere!!!) ma un uomo che le rispetti come persone, come esseri pensanti, con una vita che è qualcosa di più di una donna che cucina, lava e cresce i figli!
Sono orgogliosa di essere madre ma non sono solo madre. Io penso, soffro, mi stanco, questo mio marito non lo sa!!!

Week end di benessere a Villa Borgognoni con gli Oli Days

immagineSabato 30 giugno e domenica 1 luglio la splendida Villa Borgognoni di Jesi ospiterà la settima edizione dell’OLI-days, l’evento OLISTICO che da ormai cinque anni richiama sempre più curiosi, da fuori provincia e regione.

Gli argomenti sono davvero tanti e diversi ma tutti contribuiscono alla salute del nostro Essere, in quanto insieme di mente-corpo-spirito.

Tra le nuove presenze: Armonizzazione e Riequilibrio energetico, Microrganismi effettivi, Naturopatia Vibrazionale, Bioenergetica, Rio Abierto, Ruota di Medicina, Medicina Cellulare, Massaggio Ayurvedico per bambini, Ortho-bionomy, Kundalini Yoga, Enneagramma, Origami, Fiori di Bach, Parto a domicilio. Counseling Simbolico, Lettura Glifi Maya, Massaggio psico-somatico, Terapie Essene, Naiadis, Meditazione Hare Krishna, Rituale di offerta allo Spirito dell' Acqua, Suonoterapia, Arteterapia, Meditazione Trascendentale.

Ormai abituali: Cristalloterapia, Reiki, Costellazioni Familiari, Riflessologia Plantare, Astrologia, Meiso Shiatsu, Massaggio Ayurvedico, Theta Healing, The Reconnection, Feng Shui, Pulizia dell’Aura, Hot Stones Therapy e Meditazioni attive di Osho.

L’Associazione Benessere e Dintorni, promotrice dell’evento, si pone l’obiettivo di far conoscere il più possibile le tante vie “alternative” che permettono all’uomo un sano sviluppo psicologico e spirituale, i tanti, a volte solo dimenticati, sistemi naturali di prevenzione ed autoguarigione.

Ecco in dettaglio alcune tematiche:

Rio Abierto (Stefania Tassi) è movimento con la musica, è un viaggio alla scoperta del proprio corpo, delle proprie emozioni. E’ una maniera per realizzare quella spinta interiore che ogni essere umano possiede a vivere più armonicamente e ad esprimere quotidianamente il proprio potenziale di amore, intelligenza ed energia.

Il Kundalini Yoga (Yuki- Rajbir Kaur) si avvale di tutti gli elementi che combinati tra loro compongono un kriya (azione o sequenza di azioni finalizzate a provocare un determinato effetto sul nostro sistema): asana (posizioni del corpo), pranayama (respiro consapevole), mantra (vibrazione sonora), mudra (posizioni delle mani), attenzione e meditazione, per fornire a tutti adeguati strumenti per affrontare le sfide e i cambiamenti dell'esistenza e percorrere un cammino consapevole di ricerca spirituale, attraverso l'unità corpo-mente-spirito, verso la relazione-comunicazione con il proprio vero sé, la propria essenza.

Ruota di Medicina e rito dell’acqua (Caterina Fantoni): con il corpo e alcune immagini ed installazioni, si ripercorrono le quattro direzioni della ruota della vita. I partecipanti sono invitati a comunicare con se stessi seguendo un viaggio di discesa e risalita in cui arrivare a immagini armoniche da offrire all’acqua. La scelta di nature, haiku giapponesi e la scoperta di un flusso creativo spontaneo faciliterà il rito.

Meditazione Hare Krishna (Maria Jencek Satyabhama devi dasi e Paolo Modenese Partha Sarathi das) ovvero risvegliare nel nostro cuore l'amore sopito verso Dio. Questo è il valore della recitazione del Maha Mantra Hare Krishna che gioiosamente si canterà nel giardino dell'Ostello di Jesi, sotto ai due grandi alberi secolari che ricordano proprio uno dei divertimenti di Krishna da bambino. Letture e meditazione sul Maha Mantra, cantando e girando gioiosamente attorno alle divinità (perché ciò porta benedizioni e purificazione) ed infine un dolcetto spiritualizzato.

Il Feng Shui (Stefano Squadroni) è l’antica arte cinese che insegna ad armonizzare lo spazio in cui viviamo e a trarre beneficio dall’ambiente che ci circonda.Comprendendo come ricavare la migliore energia dai luoghi nei quali viviamo o lavoriamo, impareremo a rispettare maggiormente noi stessi ed accrescere il nostro potenziale.

Le Classi di Esercizi Bioenergetici (dott.ssa Giovanna Anconetani), storicamente fondate da Alexander Lowen, analista bioenergetico, e da sua moglie Leslie, consistono in un lavoro psico-corporeo delicato, vitalizzante, profondo, che si svolge tra partecipanti in gruppo, guidati dalla voce del conduttore. Si tratta di una sequenza armonica strutturata di movimenti centrati sulla respirazione e sul grounding (radicamento), svolti in gruppo, funzionali a percepire e sciogliere le tensioni muscolari croniche al fine di contattare la nostra parte emotiva e di recuperare un senso più pieno della nostra identità personale.

Le emozioni rappresentano la prima esperienza che noi facciamo del mondo e delle relazioni con le persone che ci circondano dando forma, attraverso esse, ai nostri pensieri, agli apprendimenti, ai legami affettivi, al nostro percorso di crescita. Il Laboratorio Emotivo (dott.ssa Marta Cola) è un’occasione per sperimentare una modalità di incontro-contatto con le proprie emozioni e quelle dell’altro, grazie all’alfabetizzazione emotiva e ad una maggiore consapevolezza di sé.

L’ Origami (Manuel Caffè) è l’arte giapponese di piegare la carta per dare vita ad oggetti, animali, ecc… La parola deriva dal giapponese “oru” (piegare) e “kami” (carta). La parola kami, con un ideogramma diverso ma con la stessa pronuncia, significa anche “spiriti, divinità”. Questa sovrapposizione di significati lega indissolubilmente l’arte dell’origami con la spiritualità, con la ricerca del divino e dona a questa tecnica una valenza sacrale. L’origami stesso non è altro che la trasformazione di una cosa materiale in un qualcosa di diverso, superiore. Per il piegatore, la gioia risiede nell’atto stesso del piegare: una danza di mani che lavorano per dare vita ad una figura.

Il parto a domicilio sarà il tema trattato da Emanuela Banchetti e Sara Massaccio, ostetriche domiciliari. L'incontro sarà interattivo: da un lato le professioniste mostreranno le caratteristiche peculiari della continuità assistenziale fisiologica in gravidanza, parto e puerperio, illustreranno l'importanza dell'individualità del percorso da scegliere per vivere consapevolmente e in prima linea la nascita fisiologica, indisturbata e sacra di ogni bambino, e infine le diverse tipologie assistenziali e la Legge Regionale che tutela il parto in casa; dall'altro lato, diverse coppie condivideranno il loro vissuto di nascita accompagnato dalle ostetriche.

Ayurveda (Alessandro Stacchiotti) significa “conoscenza della vita”; suo scopo primario è rendere gli esseri umani liberi dalle sofferenze e dalle malattie.Il massaggio Abyangam è un trattamento dell’Ayurveda per mantenere l’equilibrio psicofisico: attraverso l’uso di oli specifici e diverse tecniche,opera sulla persona in senso integrale.

"Tutto è vibrazione", è un principio universale. Nello stto naturale di salute ogni organo del nostro corpo vibra secondo una naturale e personale frequenza.Tuttavia stress, ritmi ed emozioni, inteferiscono su questa armonia interiore e conducono alla stanchezza, al dolore e alle malattie,del corpo e della mente.I suoni armonici o sovratoni prodotti dalle Campane Tibetane (Susanna Ricci) trasmettono al nostro corpo informazioni di ordine e armonia: entrano in"risonanza" con le vibrazioni delle nostre cellule riportando allo stato naturale di vibrazione armonica,ri-allineando e ri-ordinando l'energia in qualsiasi livello si trovi bloccata.

Rio Abierto (Stefania Tassi) è movimento  con la musica, è un viaggio alla scoperta del proprio corpo, delle proprie emozioni. E’ una maniera per realizzare quella spinta interiore che ogni essere umano possiede a vivere più armonicamente e ad esprimere quotidianamente il proprio potenziale di amore, intelligenza ed energia.

Il Kundalini Yoga (Yuki- Rajbir Kaur) si avvale di tutti gli elementi che combinati tra loro compongono un kriya (azione o sequenza di azioni finalizzate a provocare un determinato effetto sul nostro sistema): asana (posizioni del corpo), pranayama (respiro consapevole), mantra (vibrazione sonora), mudra (posizioni delle mani), attenzione e meditazione, per fornire a tutti adeguati strumenti per affrontare le sfide e i cambiamenti dell'esistenza e percorrere un cammino consapevole di ricerca spirituale, attraverso l'unità corpo-mente-spirito, verso la relazione-comunicazione con il proprio vero sé, la propria essenza.

Ruota di Medicina e rito dell’acqua (Caterina Fantoni): con il corpo e alcune immagini ed installazioni,  si ripercorrono le quattro direzioni della ruota della vita. I partecipanti sono invitati a comunicare con se stessi seguendo un viaggio di discesa e risalita in cui arrivare a immagini armoniche da offrire all’acqua. La scelta di nature, haiku giapponesi e la scoperta di un flusso creativo spontaneo faciliterà il rito.

Meditazione Hare Krishna (Maria Jencek Satyabhama devi dasi  e Paolo Modenese Partha Sarathi das) ovvero risvegliare nel nostro cuore l'amore sopito verso Dio. Questo è il valore della recitazione del Maha Mantra Hare Krishna che gioiosamente si canterà nel giardino dell'Ostello di Jesi, sotto ai due grandi alberi secolari che ricordano proprio uno dei divertimenti di Krishna da bambino.

Letture e meditazione sul Maha Mantra, cantando e girando gioiosamente attorno alle divinità (perché ciò porta benedizioni e purificazione) ed infine un dolcetto spiritualizzato.

Il Feng Shui (Stefano Squadroni) è l’antica arte cinese che insegna ad armonizzare lo spazio in cui viviamo e a trarre beneficio dall’ambiente che ci circonda.

Comprendendo come ricavare la migliore energia dai luoghi nei quali viviamo o lavoriamo, impareremo a rispettare maggiormente noi stessi ed accrescere il nostro potenziale.

Le Classi di Esercizi Bioenergetici (dott.ssa Giovanna Anconetani), storicamente fondate da Alexander Lowen, analista bioenergetico, e da sua moglie Leslie, consistono in un  lavoro psico-corporeo delicato, vitalizzante, profondo, che si svolge tra partecipanti in gruppo, guidati dalla voce del conduttore. Si tratta di una sequenza armonica strutturata di movimenti centrati sulla respirazione e sul grounding (radicamento), svolti in gruppo, funzionali a percepire e sciogliere le tensioni muscolari croniche al fine di  contattare la nostra parte emotiva e di recuperare un senso più pieno della nostra identità personale.

Le emozioni  rappresentano la prima esperienza che noi facciamo del mondo e delle relazioni con le persone che ci circondano dando forma, attraverso esse, ai nostri pensieri, agli apprendimenti, ai legami affettivi, al nostro percorso di crescita. Il Laboratorio Emotivo (dott.ssa Marta Cola) è un’occasione per sperimentare una modalità di incontro-contatto con le proprie emozioni e quelle dell’altro, grazie all’alfabetizzazione emotiva e ad una maggiore consapevolezza di sé.

L’ Origami (Manuel Caffè) è l’arte giapponese di piegare la carta per dare vita ad oggetti, animali, ecc… La parola deriva dal giapponese “oru” (piegare) e “kami” (carta). La parola kami, con un ideogramma diverso ma con la stessa pronuncia, significa anche “spiriti, divinità”. Questa sovrapposizione di significati lega indissolubilmente l’arte dell’origami con la spiritualità, con la ricerca del divino e dona a questa tecnica una valenza sacrale. L’origami stesso non è altro che la trasformazione di una cosa materiale in un qualcosa di diverso, superiore. Per il piegatore, la gioia risiede nell’atto stesso del piegare: una danza di mani che lavorano per dare vita ad una figura.

Il parto a domicilio sarà il tema trattato da Emanuela Banchetti e Sara Massaccio, ostetriche domiciliari. L'incontro sarà interattivo: da un lato le professioniste mostreranno le caratteristiche peculiari della continuità assistenziale fisiologica in gravidanza, parto e puerperio, illustreranno l'importanza dell'individualità del percorso da scegliere per vivere consapevolmente e in prima linea la nascita fisiologica, indisturbata e sacra di ogni bambino, e infine le diverse tipologie assistenziali e la Legge Regionale che tutela il parto in casa; dall'altro lato, diverse coppie condivideranno il loro vissuto di nascita accompagnato dalle ostetriche.

Ayurveda (Alessandro Stacchiotti) significa “conoscenza della vita”; suo scopo primario è rendere gli esseri umani liberi dalle sofferenze e dalle malattie.

Il massaggio Abyangam è un trattamento dell’Ayurveda per mantenere l’equilibrio psicofisico: attraverso l’uso di oli specifici e diverse tecniche,opera sulla persona in senso integrale.

Il suono delle Campane Tibetane (Susanna Ricci) favorisce la consapevolezza, l'armonia e l'evoluzione dell'uomo ed è strumento di contatto tra le dinamiche terrestri e le sfere celesti. Il loro sottile suono ha un effetto positivo sull'intero metabolismo cellulare e riattiva zone corporee che, per effetto di stress differenti, con le muscolature contratte, hanno perso l'elasticità e la capacità di essere in armonia risonante con l'intero organismo.

 

Il dettaglio del programma sul sito www.benessereedintorni.it

Per informazioni e prenotazioni: Graziella al 347-2369028

Semaforo Verde per gli arresti di massa: botta e risposta

Circa le discrepanze tra gli stadi di avanzamento dell’operazione arresti, vi è chi ha dimostrato insofferenza e denunciato perdite di credibilità delle fonti che finora hanno diffuso in rete intel riguardanti questa materia.

Il semaforo verde alle operazioni è stato dato effettivamente dato o no? Riportiamo un “botta e risposta” che ci aiuta a farci un’idea della situazione.

A chi vorrebbe che l’azione si svolgesse secondo i tempi e modi dell’idea che ha maturato secondo la sua esperienza, ricordiamo che una operazione come questa, e di queste proporzioni, sulla terra NON SI E’ MAI VERIFICATA. Non vi sono quindi reali termini di confronto.

Inoltre vi è UNA E UNA SOLA POSSIBILITA’ DI AZIONE. Tutto per tutto.

Quindi restiamo in vigile attesa, specificando che malgrado il mainstream faccia di tutto per mostrarci che non sta accadendo nulla, nel settore finanziario, come vedremo nei prossimi post, stanno succedendo invece cose davvero mai viste finora.

Jervé

 

COBRA: Operation Omega Phoenix

http://2012portal.blogspot.it/

Ho contattato le mie fonti e questo è ciò che hanno detto:

L’infiltrazione del gruppo Militare Positivo è stata completamente rimossa. Tale gruppo è ora pronto per l’azione. Inoltre, il Movimento di Resistenza ed i Pleiadiani sono pronti a farne il backup con il loro supporto.

Tuttavia, non ho ricevuto conferma diretta per il semaforo verde o che il periodo di scansione è già iniziato. Se il militare Positivo vuole confermare la luce verde o se vogliono che io distribuisca qualsiasi messaggio al pubblico, possono contattarmi all’indirizzo cobraresistance@gmail.com .

Il Movimento di Resistenza avrà il proprio ruolo negli eventi e questo è noto sotto il nome in codice Operation Omega Phoenix.

Questa operazione ha due parti.

La prima parte di Operation Omega Phoenix è stata appena declassificata e posso parlare un po ‘su di essa. Al momento della manifestazione, un certo numero di operatori resistenza usciranno in superficie dalle loro basi sotterranee. Saranno in semplici abiti civili e uniformi non militari. Seguiranno da vicino il processo degli arresti di massa e aiuteranno il militare positivo e l’autorità civile negli stessi arresti quando necessario.

I membri della fazione che verranno arrestati dagli operatori della resistenza saranno portati in luoghi segreti e poi rilasciati nelle mani dell’autorità militare/civile. L’unica eccezione per questo sono alcuni membri della fazione che hanno commesso crimini di là di questo pianeta, nel loro passato e devono comparire davanti alla Corte Galattica. La maggior parte di essi verranno in seguito riportati sulla Terra perché l’umanità determini il loro destino, ma una frazione di essi saranno avviate alla ristrutturazione mediante Sole Centrale della galassia immediatamente.

Agli ufficiali di massimo livello all’interno del militare Positive sono stati notificati i piani di Operation Omega Phoenix e sono pienamente d’accordo con essi.

DRAKE: Semaforo Verde

http://americannationalmilitia.com/author/drake/

A TUTTI:

E ‘stata espressa a me attraverso i ‘canali’ dichiarare quanto segue:

A – La cavalleria sta arrivando.

B – Se necessario saremo contattati.

C – Mettetevi comodi e guardare i fuochi d’artificio

Ci sono due parti riguardo a questo:

continua su http://goo.gl/wkYKw
in riferimento a http://www.abcloud.org/coscienzaspirituale/?p=476

il nuovo fantastico Podcast di RadioYogaNetwork

Indirizzo aggiornato:
Tutti gli altri vecchi indirizzi/podcast non sono più validi, non verranno più aggiornati.
Foto
Inviato da iPad

giovedì 28 giugno 2012

Gli omosessuali nel Terzo Reich, di Helga Schneider

eldorado-berlino

Prima dell’avvento del Terzo Reich in Germania, Berlino veniva considerata una città liberale con molti locali gay, nightclub e spettacoli di cabaret. C’erano molti locali dove turisti e residenti eterosessuali ed omosessuali potevano praticare il travestitismo.
Dall’inizio del secolo apparvero alcuni significativi movimenti di liberazione omosessuale, come il Wissenschaftlich-humanitäres Komitee (WHK) che faceva capo a Magnus Hirschfeld. Ma il movimento di liberazione omosessuale venne rapidamente eliminato con l’avvento al potere del partito nazista capeggiato da Adolf Hitler.
I rapporti omosessuali, considerati «sterili» ed «egoistici», vennero visti come un tradimento alle politiche demografiche di potenziamento del popolo, non essendo i gay in grado di riprodursi e perpetuare così la «razza padrona».
Ernst Röhm, un uomo che Hitler stesso percepì come una possibile minaccia alla propria supremazia, e comandante della prima milizia nazista, le SA, esibì in modo discreto la propria omosessualità fino al 1925. In quell’anno il giornale del Partito socialdemocratico tedesco, con l’intenzione di gettare discredito sul partito nazista, pubblicò una serie di lettere d’amore scritte da Röhm e da altri comandanti delle SA come Edmund Heines. Dopo il 1925, Röhm ebbe possibilità di esprimere più liberamente la propria sessualità e si iscrisse alla Lega dei Diritti Umani, la più grande organizzazione tedesca per i diritti dei gay.
Inizialmente Hitler protesse Röhm dagli elementi estremisti del partito nazista che vedevano nella sua omosessualità una grave violazione delle norme profondamente omofobe del partito. Nel tempo però Hitler rivide questa posizione quando sentì minacciato il proprio potere da parte di Röhm. Nel 1934 durante la Notte dei lunghi coltelli, Hitler ordinò l’uccisione di Röhm e sfruttò il pretesto della sua omosessualità per compiere ulteriori azioni contro le SA al fine di renderle innocue e docili al suo volere. Dopo aver consolidato il suo potere ed essere diventato Cancelliere, Hitler incluse la categoria degli omosessuali tra coloro che dovevano essere inviati nei campi di concentramento.
Poco dopo l’epurazione del 1934 venne creata una sezione della Gestapo che aveva l’ordine di compilare speciali liste di individui omosessuali. Nel 1936, Heinrich Himmler, capo delle SS, creò l’Ufficio centrale del Reich per la lotta all’omosessualità e all’aborto. Il decreto costitutivo di questo nuovo ufficio recitava: « [...] Le attività omosessuali di una non trascurabile parte della popolazione, costituiscono una seria minaccia per la gioventù. Tutto ciò richiede l’adozione di più incisive misure contro queste malattie nazionali. » Himmler divenne molto attivo nella campagna di soppressione dell’omosessualità. Egli dichiarò: “Dobbiamo sterminare la radice e i rami di questa gente… gli omosessuali devono essere eliminati!”.
Hitler supponeva che l’omosessualità fosse un “comportamento degenerato” che rappresentava una minaccia alla capacità demografica dello stato e che danneggiava il “carattere virile” dei tedeschi. I gay vennero denunciati come “nemici dello stato” ed accusati come “corruttori” della moralità pubblica che mettevano in pericolo il tasso di natalità della Germania. Circa un milione di omosessuali divennero vittime del regime nazista, anche se non venivano da subito trattati alla stregua degli ebrei; come componenti, seppur “deviati”, della “razza padrona” si preferiva “convincerli” ad una “corretta” sessualità e ed ad una “dignitosa” socialità. I gay che rifiutarono di conformarsi e modificare il loro orientamento sessuale vennero deportati nei campi di concentramento dove vennero sterminati attraverso il duro lavoro imposto.
La persecuzione nazista degli omosessuali venne portata a termine principalmente attraverso l’inasprimento delle leggi omofobiche, il tristemente conosciuto paragrafo 175, in nome del quale 100.000 gay vennero arrestati, 60.000 condannati a pene detentive e un numero sconosciuto internati in ospedali psichiatrici.
Migliaia di gay vennero sottoposti alla sterilizzazione forzata in seguito a sentenze pronunciate dai tribunali nazisti. Alcuni dei perseguitati da queste leggi non si identificarono mai come omosessuali e vennero semplicemente arrestati, imprigionati o castrati. Alcune di queste “leggi contro l’omosessualità” continuarono ad essere presenti nell’ordinamento giuridico occidentale fino agli anni ‘60 e ‘70 e per questo molti uomini e donne ebbero paura di rivelare la loro condizione sessuale fino a quando queste “leggi” vennero abrogate.
Il numero di persone omosessuali uccise nei campi di concentramento nazisti varia tra le 10.000 e le 600.000; la ragione di queste ampie variazioni risiede nel diverso conteggio delle persone esclusivamente omosessuali o anche appartenenti ad altri gruppi sterminati dai nazisti (ebrei, rom, dissidenti politici). Inoltre spesso i documenti relativi alle cause di internamento non vennero compilati, oppure scomparvero dopo la guerra.
I gay soffrirono di un trattamento particolarmente crudele all’interno dei campi di concentramenti. Questo può essere attribuito sia al duro atteggiamento delle SS di guardia nei confronti dei gay, come pure agli atteggiamenti omofobici ben radicati nella società nazista. L’emarginazione inflitta agli omosessuali nella vita sociale tedesca dell’epoca si rifletteva nei campi di concentramento. Alcuni morirono a seguito di feroci bastonature, in parte effettuate da altri deportati. Il tasso di mortalità tra gli internati omosessuali fu di circa il 60%, contro il 41% dei deportati politici e circa il 35% dei Testimoni di Geova, seconda solo al tasso di mortalità degli internati di origine ebraica.
continua su http://goo.gl/mtCk7

Fusilli stonno e verdure


Ingredienti:
60-70 g di fusilli integrali (i miei erano al farro)
10 g di granulato di soia
alghe nori e kombu sbriciolate
capperi (la mia nuova passione dopo i pomodori secchi :-D )
pepe
buccia di limone
2 spicchi di aglio (io ci vado pesante :-D )
paprika
carote
2 fettine di melanzana grigliata tagliata a pezzetti
cipolle
2 cucchiaini di lievito alimentare
2 cucchiai di yogurt vegetale
sesamo tostato
succo di limone
origano

continua su http://goo.gl/FF8cW

Caddy


Ingredienti:
2 pugni di riso misto thai integrale e selvaggio
1 pezzo di peperone rosso
1 pezzo di peperone giallo
1/2 zucchina
1 pomodoro ramato grande
1 pezzo di peperoncino verde piccante fresco
2 cucchiai di jogurt di soya
1 pezzo di zenzero fresco
1 cucchiaino di curcuma
1 cucchiaino di semi di senape
1 cucchiaino di semi di coriandolo
1 cucchiaino di semi di cumino
olio evo qb
acqua qb

continua su http://goo.gl/gd14o

Polpette alla maniera di mamma


Ingredienti:

2 melanzane grandi
pane raffermo
sale, pepe
prezzemolo (meglio se fresco)
farina
olio per friggere

continua su http://goo.gl/JAsLl

Gujarat: un’India poco conosciuta


via Byline

E’ quella parte del paese che si può a buon diritto definire la “vera India”: benvenuti nel Gujarat, patria del Mahatma Gandhi

Si trova fuori, seppur di poco, dalla rotta classica che comprende Mumbai-Rajasthan-Delhi, e per questo è tenuto in poca considerazione dai più: ma lo stato del Gujarat, estrema propaggine occidentale della penisola indiana al confine con il Pakistan, può essere considerato dal punto di vista ambientale, naturalistico e architettonico uno dei più interessanti della confederazione, e non solo. Infatti risulta essere anche uno dei più industrializzati e di livello sociale avanzato, pur trattandosi essenzialmente di un paese agricolo.

Gode di una rilevante varietà ambientale che va dai deserti alla brezza dell’Oceano, alla costa lunga 1600 chilometri sul Mar Arabico, in cui si alternano colline selvose, ampie pianure fertili, steppe, acquitrini salmastri, litorali rocciosi, penisole, golfi e isole.
Anche la popolazione offre una notevole varietà: qui, infatti, hanno convissuto diverse etnie tra cui indù, buddisti, jainisti, musulmani e cristiani, oltre a piccoli gruppi tribali animisti. Il Gujarat ha rappresentato soprattutto la roccaforte storica del jainismo, il movimento religioso dell’estremismo ascetico dei santoni nudi e della non violenza portata all’esasperazione: qualche esempio curioso per farsi un’idea? Gli adepti del jainsimo estremo indossano una mascherina sulla bocca per non uccidere i microbi e puliscono la strada con una scopa per non calpestare gli insetti.

La visione pacifista del jainismo, oltre a tradursi nella cucina essenzialmente vegetariana della regione, ha influenzato sicuramente il pensiero e l’opera del Mahatma Gandhi, la Grande Anima dell’India, che nacque a Porbandar nel 1869. La presenza di calure e religioni differenti ha prodotto anche una varietà architettonica di notevole livello: ecco quindi che templi, moschee e tombe si ergono accanto a forti, palazzi e haveli, le eleganti dimore settecentesche decorate e scolpite in legno.

Questo è il volto vero dell’India, la parte più autentica ed originale, che ha fornito alla storia il maggior numero di rja e maharaja. La capitale Ahmedabad è ricca di moschee e baoli, pozzi monumentali, e da visitare ci sono anche l’antica cittadella fortificata, il museo Calico, il più importante museo indiano sulla tessitura, i templi e l’Ashram Sabarmati, fondato da Gandhi nel 1917.

A Bhuj, nella regione del Kutch, da non perdere sono il suggestivo tempio del Sole, l’antico e il nuovo palazzo del Maharaja e il Kutch Museum. Il Monte Girnar è luogo di preghiera per indù, jana e buddisti: vi sorgono sei templi e nella foresta circostante si possono incontrare il raro leone asiatico oltre che leopardi, cervi, stambecchi e cinghiali. Uno dei luoghi più straordinari del Gujarat è la collina di Shatrunjaya, dove si trovano ben 863 templi in marmo bianco e da cui si gode un panorama mozzafiato.

fonte Turismo.it , 21 giugno 2012

P.S. nel testo è indicata in Ahmedabad come capitale dello stato del Gujarat. In realtà la capitale è Gandhinagar, mentre Ahmedabad è la sua città più importante

Per questo viaggio suggeriamo
Gujarat: una terra di tesori nascosti

Sent from my iPad

mercoledì 27 giugno 2012

La Mellin propugnava la carne come alimento indispensabile in età pediatrica, LAV fa bloccare lo spot dall'AGCM

Di dariavegan.wordpress.com

Mellin ha sospeso la campagna pubblicitaria bocciata dalla LAV : si è concluso così il procedimento aperto dall’associazione presso l’Autorità Garante della Concorrenza e del Mercato (AGCM) sullo spot tv per lo svezzamento che propugnava la carne come alimento indispensabile in età pediatrica.

L’AGCM ha scritto alla LAV che “la società Mellin ha provveduto a sospendere la campagna pubblicitaria, impegnandosi a tener conto dei rilievi formulati per le prossime iniziative”. La multinazionale dell’omogeneizzato ammette di fatto quindi l’inesattezza delle informazioni veicolate nello spot andato in onda nei mesi scorsi: la carne non è affatto un elemento necessario per la nutrizione dei bambini.

Si tratta certamente di un importante passo avanti che evidenzia la fondatezza delle nostre considerazioni – commenta Paola Segurini, responsabile LAV del settore Vegetarismo – Affermare che ‘per le sue esigenze specifiche tuo figlio ha bisogno di ferro della carne’, è un messaggio fuorviante e scorretto, smentito peraltro dalle più recenti ricerche scientifiche”.

Nel suo ricorso al Garante, la LAV ha infatti illustrato come il buon senso comune, oltre a ricerche scientifiche indipendenti e autorevoli, affermino che la carne non è indispensabile, come ad esempio quella condotta dall’American Dietetic Association nel 2009: non solo l’alimentazione vegetariana è salutare ed equilibrata, ma apporta benefici nella prevenzione di alcune patologie ed è indicata anche nella fase della crescita.

I pro dell’alimentazione veg sono ormai sotto gli occhi di tutti – prosegue Segurini – si tratta di una scelta che fa bene all’etica, perché evita la sofferenza e la morte di milioni di esseri viventi, e alla salute, anche in età scolare e prescolare”.

Uno studio illustrato pochi mesi fa dal presidente della Società Scientifica di Nutrizione Vegetariana (SSNV), Leonardo Pinelli, nel corso delle Giornate Pediatriche ”A. Laurinsich”, organizzate dalla Società Italiana di Pediatria Preventiva e Sociale e dalla Clinica Pediatrica dell’Università degli Studi di Parma, e condotto su bambini tra il primo e il secondo anno di vita, nutriti con un regime alimentare esclusivamente veg, ha dimostrato che i bimbi vegetariani si ammalano meno rispetto agli onnivori, e hanno un andamento della crescita assolutamente normale.

A coloro che dovessero avvicinarsi per la prima volta al vegetarismo, ma anche ai vegani più esperti, è dedicato http://www.cambiamenu.it/, il sito della LAV che parla di alimentazione sostenibile – afferma Paola Segurini – e abbiamo pensato anche ai genitori vegetariani: basta dare uno sguardo al gruppo Facebook Mammeveg per condividere in rete le proprie esperienze. Gli italiani di oggi sono consapevoli di ciò che accade negli allevamenti intensivi e scelgono di fare più attenzione alla salubrità e all’etica delle loro abitudini alimentari”.

L’attuale pronunciamento l’Autorità Garante della Concorrenza e del Mercato (AGCM) segue quelli di anni fa del Giurì di Autodisciplina Pubblicitaria che, per analoga definizione su “la carne è indispensabile”, portarono a censure di industrie di allevamento e macellazione di animali.

martedì 26 giugno 2012

"OM Nutrire corpo e anima" di Patrizia Vaier, Sangel Edizioni

OM Nutrire corpo e anima
-->


x-->

Descrizione

"I corpi di tutti gli esseri viventi si nutrono di alimenti che crescono con le piogge."
Una raccolta di ricette vegetariane, dagli antipasti al primo, scritto da Patrizia Vaier Lalita Priya, che ci spiega anche come sostituire basi animali nella preparazione dei piatti. Indispensabile per chi vuole avere una dieta vegetariana varia.

eBook su Blomming
http://blomming.com/mm/sangeledizioni/items

In memoria di Hans Ruesch: "Addio piccolo stupido gattino"



Con questo titolo e con una breve premessa Hans Ruesch ripubblicò il 1o gennaio 1988, su Bullet-in Nr. 2 – The Infiltration in Animal Welfare, un articolo di cinque anni prima 
(versione in italiano)

"No, stupido piccolo gattino, nessuno ti ha fatto uscire, sebbene la tua immagine e il tuo grido d’aiuto erano in mostra in tutte le edicole d’Europa, 
dove milioni di persone li hanno visti, e
probabilmente migliaia non hanno potuto prendere sonno la notte seguente. 
Ma questo è tutto ciò che hanno fatto – anche noi.
Per un folle momento abbiamo sperato che alcuni di quei ragazzi che liberano gli animali di laboratorio sarebbero corsi a salvarti, ma naturalmente le probabilità erano pesantemente contrarie, perché la polizia protegge i torturatori di laboratorio e non le loro vittime, gli eroi sono pochi, e milioni gli animali candidati a morire nei laboratori
pseudoscientifici per fornire alibi agli spacciatori di farmaci.

Presto sarai immobilizzato in un apparecchio stereotassico, così strettamente che non riuscirai a muovere la testa nemmeno di un pelo, forse due sbarre d’acciaio saranno inserite nelle orbite
vuote dei tuoi occhi, e due morse ti premeranno le orecchie così duramente che i tuoi timpani potrebbero scoppiare – ma non preoccuparti se avverrà, perché non influenzerà nemmeno un
po’ il risultato dell’esperimento, a quanto dicono i cataloghi dei produttori,
 Lab-Tronics e H. Neuman & Co., vicino Chicago, 
che spediscono tali strumenti di tortura nei laboratori di tutto il
mondo. Ciò che conta è tenerti assolutamente immobile, mentre la vera azione comincia.
Diavoli in camice bianco, mascherati da “scienziati”, ti faranno buchi col trapano nella tua piccola testa, e ficcheranno cannule, sensori ed elettrodi nel tuo piccolo cervello, per ripetere ancora una volta sul tuo sistema nervoso gli stessi esperimenti insensati eseguiti fin dal secolo scorso; esperimenti che non hanno portato benefici di nessun tipo, né alla specie umana né a quella felina, ma solo agli sperimentatori stessi, cui hanno procurato soddisfazione personale,
talvolta fama ed onori, e forse anche un Premio Nobel come nel caso del Prof. Walter Hess dell’Università di Zurigo – prima che si scoprisse che tutte le sue conclusioni erano erronee ed
avevano causato danni indicibili a un numero non reso noto di pazienti. In ogni caso, le opere pseudoscientifiche di costui e dei suoi colleghi se ne stanno ancora in alcune biblioteche mediche, per lo più senza che nessuno le legga, e sono gli stupidi gatti come te che le hanno aiutate ad esservi collocate.Perché, vedi, tu sei stato creato solo per “servire” la specie umana. 
Non lo sai? Anche il Papa lo ha detto, esplicitamente, 
probabilmente sulla base del suo assunto che tu non hai un’anima
(cosa che peraltro non può dimostrare), mentre i tuoi torturatori ne hanno una (e nemmeno questa è una cosa che può dimostrare), perché sono “fatti ad immagine di Dio”. Bell’immagine!
E naturalmente i ragazzi della chimica continuano a ripeterlo pure loro, i fabbricanti di prodotti che stanno avvelenando la Terra e uccidendo la gente a milioni, i governi e i politici sul loro
libro paga, i professori universitari e i rettori, gli addetti ai media che si guadagnano da vivere agiatamente non facendo eco all’opinione pubblica ma forgiandola, e anche i capi delle grandi associazioni per il benessere degli animali, come la RSPCA e WSPA e l’Eurogruppo e HSUS ecc., che invece di pubblicizzare il danno evidente, enorme, che deriva quotidianamente alla specie umana dai metodi erronei di ricerca medica, nascondono deliberatamente questo fatto sotto cortine fumogene di vacue ciarle filosofiche – come la comunità della ricerca vuole che facciano, sotto il pretesto che l’umanità deve essere “salvata”, e che solo col sacrificio tuo e della tua specie ciò si può ottenere.
Naturalmente, stupido piccolo gattino, per quando sarai immobilizzato in uno dei loro aggeggi stereotassici, sarai probabilmente arrivato alla conclusione che l’umanità non può essere tutto ciò che si racconta che sia, e avrai maledettamente ragione.
In effetti, l’uomo è il solo animalecapace di uccidere la sua prole perché lo disturba mentre dorme.
 È anche il solo maschio che picchia la sua femmina, sebbene alcuni bontemponi argomenteranno che la donna è la sola femmina che meriti di essere picchiata. E l’uomo è il solo animale che assassina tutte le specie note, compresa la propria, e incessantemente insozza, erode e sfregia il suo habitat fino a renderlo inabitabile, eppure si considera – solo perché è in grado di seminare più morte e caos di tutte le altre messe insieme – la più intelligente delle specie, e la sola che merita di sopravvivere.
Che ti aspetti da una specie simile, stupido piccolo gatto? Ma forse vuoi solo sapere perché è sempre la tua specie ad essere usata per gli esperimenti più dolorosi e prolungati che esistano.
È perché sei stato sfortunato a nascere con un sistema nervoso estremamente sensibile, molto più sensibile di quello dei tuoi tormentatori, ma al tempo stesso sei più resistente della maggioranza degli altri animali. Ecco perché.Ma non urlare quando ti fa male, stupido.
 Se lo fai, “loro” ti taglieranno le corde vocali, perché “loro” sono di cuore tenero e non sopportano le urla degli animali. Infatti molti sono non solo grandi filantropi, ma anche veri amanti degli animali, che dicono di soffrire più di te a causa del dolore che, per pura filantropia, ti infliggono.
E adesso addio, stupido piccolo gattino.
 Possa tu essere morto prima che comincino le feste di Natale, perché in quei giorni rischi di rimanere per giorni anche senz’acqua, immobilizzato nel tuo apparecchio.
Ma non contarci, perché vivisettori come il prof. Konrad Akert, capo branco dell’Università di Zurigo, e il prof. W. D. M. Paton di Oxford – Sir William, nominato baronetto dalla sua Graziosa Maestà la Regina per il suo incessante lavoro su cervelli di gatti – e i loro colleghi hanno eseguito questi esperimenti così incredibilmente spesso, con idiota ripetitività, che sono diventati parecchio abili nel prolungare l’agonia, anche se nessuno di loro è mai stato capace di nominarci un solo paziente che sia stato curato da loro; mentre noi possiamo nominare un numero grande a piacere di persone che sono state rovinate a vita, e anche a morte, dal loro ottuso e controproducente metodo di pseudoricerca.
Ma forse puoi ricevere una specie di freddo conforto dal seguente pensiero, povero piccolo gatto. Pensa solo questo: da una stupida piccola testa come la tua, uomini importanti come
Sir William Paton – un Professore dell’Università di Oxford, fatto cavaliere dalla regina! – sperano in effetti di trovare un giorno che cosa fare dei propri cervelli difettosi e del grande buco nero dentro di essi, e ne sono così preoccupati che gli esperimenti sul cervello sono diventati per loro un’ossessione a vita.Adesso dobbiamo veramente lasciarti, povero piccolo gattino. Possa tu morire rapidamente.
È veramente la sola cosa che possiamo augurarti. Forse ci incontreremo un giorno, in qualche altro mondo, che potrà solo essere migliore di questo."

LINK DI : Palmiro Rossella Bianchi

1 luglio

Dba9e254078f9d92b0b3eccbe1a415

conferenza-bellinzona1.jpg (683×960)

Veg-carbonara di zucchine e melanzane


Ingredienti:
160 g di pasta integrale bio del formato preferito
2 zucchine piccole
1 melanzana piuttosto piccola
1cipollotto
1 brik di panna di soja
3 cucchiai di lievito alimentare in scaglie
1 cucchiaino di paprica dolce
olio evo
sale, pepe

...continua su http://www.veganblog.it/2012/06/26/veg-carbonara-di-zucchine

Continuano le manipolazioni climatiche sull'Italia senza sosta....


via Byline

25 giugno 2012 - Guardate con molta attenzione questo fronte artificiale che e' stato prodotto sulla Spagna nord-occidentale e che sta' bloccando l'afflusso di correnti atlantiche (umide)verso il nostro paese La foto satellitare e' una chiara testimonianza dell'artificiosita' del mostro che hanno creato, un groviglio letale di scie chimiche che come Caronte nella Divina Commedia portera' un caldo infernale sull'Italia......

Sent from my iPad

Quella zecca che fa diventare vegetariani

zecca veg

Diventare vegetariani è considerata una scelta individuale che può essere effettuata per motivi etici, ambientali, salutistici o per un insieme di essi. Pare però che negli ultimi tempi negli Stati Uniti alcune persone siano state costrette ad eliminare la carne dal proprio piatto e a diventare vegetariani da un giorno all'altro a causa della puntura di una zecca, che genererebbe negli esseri umani una immediata allergia alla carne.

A riportare la notizia è AbcNews, che comunica come alcuni ricercatori della University of Virginia abbiano ipotizzato la presenza nella saliva di una specie di zecca diffusa nella zona della costa Est degli Stati Uniti una sostanza in grado di provocare una vera e propria allergia alla carne, costringendo coloro che vengono punti da essa a rinunciarvi. Le cause del fenomeno sarebbero tuttora sottoposte a studi di accertamento e verifica.

Ciò che stupisce in maniera particolare gli esperti è che i sintomi delle reazioni allergiche alla carne da parte di coloro che sono stati punti dalla zecca incomincerebbero ad alcune ore di distanza dall'assunzione dell'alimento incriminato, a differenza di quanto avviene normalmente nel caso delle comuni allergie, i cui sintomi si scatenano immediatamente una volta che l'organismo sia entrato a contatto con l'alimento in grado di provocarli.

...continua su http://www.greenme.it/mangiare/vegetariano-a-vegano/7958-zecca-vegetariani

lunedì 25 giugno 2012

Condividi sul tuo blog se anche tu non mangi le mucche!

Foto

Inviato da iPad

Diretta

Se in questi giorni troverò modo di respirare un po' venerdì 29 farò una diretta radio (http://www.abcloud.org/coscienzaspirituale) dalla solita ora (più o meno dall'ora di pranzo).
Comunque il giorno stesso controllate
http://www.abcloud.org/status
per conferma.
R
P.S.: nel frattempo alcuni piatti da me cucinati e da me fotografati in questi giorni
:-)

Inviato da iPad

domenica 24 giugno 2012

Riflessione

Oggi a Lugano c’è il sole, il cielo è limpido ed il freddo accarezza i visi che corrono sui marciapiedi, una sfilata di uomini e donne coperti da cappotti, cappelli, sciarpe e guanti. Una scena che potrebbe appartenere ad un film come tanti, una città in movimento ma il mio sguardo non può fare a meno di soffermarsi soprattutto sulle donne coperte da cappotti di pelliccia, sono donne giovani o anziane, sorridenti o visibilmente tristi, qualcuna appare alterata ma tutte belle a modo loro. Hanno l’aria di chi appartiene ad un ceto sociale medio alto, hanno speso tanto denaro per acquistare quel capo status simbol, o qualcuno ha speso per loro. Nessuna di queste donne però si è soffermata a pensare a quanta sofferenza c’è dietro l’uccisione barbara di quegli esseri viventi che oggi avvolgono il loro corpo e lo proteggono dal freddo.

Credo non si tratti si superficialità od ignoranza ma soprattutto di persone che non vivono, esistono, ed è molto diverso. Chi vive pensa, e chi pensa conosce.

Io voglio vivere, non esistere.

di Patrizia http://vegetarianmode.wordpress.com

Tortino di Patate e Porcini

500 gr. di patate

500 gr. di funghi porcini freschi

2 spicchi di aglio

prezzemolo

vino bianco

olio extravergine d’oliva

sale

Fare rosolare appena un trito di aglio e prezzemolo nell’olio miscelato a un poco d’acqua. Aggiungere nella padella i gambi dei funghi tritati grossolanamente, quindi cuocere per 10 minuti circa. Affettare le cappelle dei funghi, sbucciare e tagliare le patate in fette alte mezzo centimetro. Sul fondo di una teglia già unta, stendere uno strato di patate e ricoprirlo con i gambi dei funghi rosolati. Aggiungere un nuovo strato di patate e ricoprire con le cappelle dei funghi affettate. Cospargere di prezzemolo e bagnare con 1/2 bicchiere di vino bianco e olio quanto basta. Cuocere nel forno preriscaldato per 40 minuti circa, guarnire con foglioline di prezzemolo fresco.

Radio Yoga Network

Radioyoga

Berlino




Renzo cosa trasmette RadioYogaNetwork?



5:20-6:30 Programma Spirituale. "Togliti le scarpe", cioè abbandona per quanto possibile cattivi pensieri e purificati
accendendo un incenso o una candela che "puliranno" anche l'ambiente intorno a te. Durante l'ascolto del Programma Spirituale potrebbe esserti utile entrare nel nostro Tempio virtuale, su http://www.coscienzaspirituale.org/sala-del-tempio
6:30-11:20 "la Mattina è New Age", musica royalty-free
11:20-11:30 Offerta del Cibo
11:30-16:00 "Mid Day", a rotazione programmi di Cucina Vegetariana e Meditazione,
il Libro di Krishna, il Nettare della Devozione, la Perfezione dello
Yoga, Caitanya Caritamrita, la Bhagavad-gita, Salute e Vita, Sotto il
Segno dei Veda
16:00-21:30 "Pomeriggio Magiko", a rotazione programmi di Astronomia (Vedica), Corsi di
Sopravvivenza, Animali e Piante, storie per Bambini e Adulti che amano
viaggiare, la vita di Prabhupada
21:30-2:30 "Night Talk", con Paolo Tofani e Claudio Rocchi...
fuori dal Tempo!
2:30-6:30 "Notturno Indù" con musiche a tema.
Sul Canale 1 continua la consueta programmazione a base di solo buona
musica royalty free 24 ore non stop.
Questa è solo un palinsesto-traccia. Non lo rispettiamo scrupolosamente. In ogni caso la radio trasmette 24 ore 24, 7 giorni su 7, 365 giorni all'anno qui, dalla sede dell'Associazione Internazionale per la Coscienza Spirituale (http://www.coscienzaspirituale.org e cliccare su "Radio").
Ramananda Das (RenzoSamaritani)

:-(